Anche le Bestie (di satana) hanno un anima…

Molti di voi avranno senz’altro letto o ascoltato nei mesi scorsi della conversione al cristianesimo di Andrea Volpe, ex-membro delle “Bestie di satana”, accusato e condannato per l’omicidio di due giovani affiliati alla setta e diventato in seguito collaboratore di giustizia.
Raitre proporrà una intervista ad Andrea Volpe domani, 6 giugno, alle 21:00 nel corso della trasmissione “Enigma” di Corrado Augias.

Il video che vi segnaliamo propone la testimonianza diretta del prof. Leonardo De Chirico, il pastore che ha seguito Andrea Volpe nel lungo e meditato processo di ravvedimento, e che riporta i fatti da puro cronista senza facili sensazionalismi come ci auguriamo avvenga anche nella trasmissione di Augias.

In attesa dell’intervista televisiva vi proponiamo questo intervento, raccolto in occasione del congresso “Comunicare Gesù” (Creactio 2008), sperando che possa contribuire a dare una visione completa dei fatti.

4 Comments

  1. La tragica vicenda relativa alla morte di Doriano Molla.

    Della vicenda si è parlato anche nella trasmissione di Rai 2 “Ricomincio da qui”. In due puntate, in onda lunedì 29 e martedì 30 settembre.

    La popolare conduttrice Alda D’Eusanio ha raccolto la drammatica testimonianza di Flaviana Cassetta, “madre coraggio” del 26enne ritrovato senza vita il 27 dicembre del 2000.

    L’udienza si terrà il 3 febbraio 2009 alle ore 9:30 avanti al GIP del Tribunale di Busto Arsizio, Dott. Luca Labianca, il quale ha ordinato al PM, Dott. Massimo Baraldo, di iscrivere nel registro degli indagati sia Nicola Sapone che Andrea Volpe.

    A tutelare la famiglia del povero Doriano sarà l’Avv. Sergio Zaro del foro di Busto Arsizio

    tel. 0331 796573

    mail: nicoletti-zaro@libero.it

  2. michelapiccolo /

    Grazie dell’informazione, vogliamo avere fiducia in una giustizia umana attenta ad una ricostruzione fedele dei fatti. Andrea ha già confessato dei reati, ed ovviamente deve rendere conto alla giustizia. Siamo certi che troverete il colpevole e non il capro espiatorio. Buon lavoro.

  3. serge57 /

    Busto Arsizio – Il gup concede un supplemento d’indagini per appurare se vi siano riscontri alle dichiarazioni che hanno fatto riaprire il caso
    Delitti satanici, sul caso Molla proseguono le indagini

    ——————————————————————————–

    Proseguono gli approfondimenti in sede giudiziaria sulla vicenda legata alla tragica fine di Doriano Molla, il giovane di Cavaria con Premezzo trovato impiccato nella valle del Boia il 27 dicembre 2000. La madre, Flaviana Cassetta, non si è mai rassegnata all’idea di un suicidio e quando è emersa la vicenda delle Bestie di satana ha pensato ad un possibile collegamento – Doriano aveva una band di amici che come lui amavano l’heavy metal, e sostiene che alcuni di loro sarebbero scomparsi prematuramente in modo sospetto.
    In sede di udienza preliminare il gup Luca Labianca si era riservato ogni decisione lo scorso 3 febbraio, ma ha sciolto la riserva disponendo che il pm Baraldo, il quale in precedenza aveva chiesto l’archiviazione, riprenda le indagini. All’archiviazione si era opposto il legale della signora Cassetta, avvocato Sergio Zaro. A far cambiare le carte in tavola inducendo il gup a respingere la prima richiesta di archiviazione erano state le clamorose dichiarazioni ad un quotidiano nazionale di Mario Maccione, dal 2004 in carcere per i delitti attribuiti alle Bestie di satana, che indicava nel Molla una delle vittime del gruppo. Al pubblico ministero spetterà quindi ora ascoltarlo e stabilire se vi siano riscontri tali da poter gettare nuova luce sui fatti. Le indagini potrnano proseguire sino al 30 aprile, con eventuale possibilità di ulteriore prolungamento se ve ne fosse necessità.

    Venerdi 20 Febbraio 2009
    redazione@varesenews.it

  4. Buonasera.
    Per completezza di informazione, vi informo che il GIP di Busto Arsizio ha nuovamente respinto la richiesta di archiviazione del PM nei confronti di Nicola Sapone e Andrea Volpe disponendo, come da mia opposizione, l’audizione di Paolo Leoni, Marco Zampollo, Eros Monterosso e Elisabetta Ballardin; e fissando termine al PM, per il compimento dei suddetti atti di indagine, fino al 30.05.2010; riservandosi all’esito di indicare ulteriori attività di indagine di cui possa ravvisarsi la necessità.

    Cordiali saluti.

    Avv. Sergio Zaro

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *